Naturalmente più belle in due minuti di orologio: autoproduciamo il nostro lucidalabbra naturale

Inserito da Categorie: Bellezza e biocosmesi
Naturalmente più belle in due minuti di orologio: autoproduciamo il nostro lucidalabbra naturale

Quando non conoscevo ancora l’autoproduzione, spendevo ogni anno centinaia di euro in profumeria, e la principale voce era rappresentata proprio dal make up! Ho passato anni alla ricerca del fondotinta perfetto per il mio incarnato, che mi valorizzasse e nello stesso tempo non soffocasse la mia pelle, ma invano…Adesso creo in casa sistematicamente i miei “belletti” man mano che li consumo: al risparmio si aggiunge la soddisfazione di farli in casa, e il risultato incredibile che ottengo quando li applico! Il fondotinta migliore? Quello che fai tu, con le tue mani! Vuoi imparare anche tu ad autoprodurre i tuoi prodotti per make up? Ti giro una ricettina tanto semplice quanto efficace, con soli 3 ingredienti, che ti invito a sperimentare al più presto!

Che cosa si nasconde dietro un lucidalabbra di profumeria?

A meno che tu non scelga di acquistare un lipgloss ecobiologico, che comunque se di qualità ha i suoi costi, solitamente i lucidalabbra commerciali sono un festival di ingredienti poco benefici che per forza di cose ci troviamo ad ingerire, sia pure in minima quantità, giorno dopo giorno. Ci dicono per tranquillizzarci che è la dose che fa il veleno, ma …dei danni conseguenti all’uso quotidiano, vogliamo parlarne?
Proviamo a fare un salto virtuale in un contenitore di lipgloss commerciale di media qualità, insomma quelli solitamente reclamizzati in TV che tutti ben conosciamo….Riporto di seguito un’etichetta copiata e incollata, e analizziamo insieme alcuni dei principali ingredienti…

“Ingredienti: aqua / water, dimethicone, octyldodecanol, isododecane, butylene glycol, alcohol, acrylates/polytrimethylsiloxymethacrylate copolymer, cetyl peg/ppg-10/1 dimethicone, trimethyl pentaphenyl trisiloxane, disteardimonium hectorite, polyglyceryl-4 isostearate, magnesium sulfate, phenoxyethanol, propylene carbonate, synthetic fluorphlogopite, peg/ppg-18/18 dimethicone, aluminal, disodium stearoyl glutamate, aluminum hydroxide, linalool, pentaerythrityl tetra-di-t-butyl hydroxyhydrocinnamate, tocopherol, parfum / fragrance [+/- may contain ci 77891 / titanium dioxide, ci 77491, ci 77492, ci 77499 / iron oxides, ci 45410 / red 28 lake, ci 15850 / red 7, ci 45380 / red 22 lake, ci 15985 / yellow 6 lake, ci 19140 / yellow 5 lake, ci 42090 / blue 1 lake ● ]”

Siliconi: come brillare di luce finta facendo danni alla pelle e al Pianeta

Il primo ingrediente che ci salta all’occhio è il dimethicone: fa parte della categoria dei siliconi, che son sostanze sintetiche aggiunte per dare un effetto lucido, tanto che si trovano a man bassa anche nei prodotti per capelli. Grazie al silicone le nostre labbra saranno (fintamente) luminose, i capelli (fintamente) sfavillanti, a scapito però della loro idratazione: essendo un materiale impermeabile, il silicone impedisce a pelle e capelli di idratarsi, provocando secchezza e invecchiamento precoce. Oltretutto, sono sostanze completamente non biodegradabili: della serie, ci pensa il Pianeta, non mi riguarda…

Acrilati: la plastica non è solo nel contenitore…

…ma anche nel contenuto! In questi ultimi tempi c’è in giro una forte sensibilizzazione circa la questione plastica. Si invita ad un ritorno alla saponetta artigianale per risparmiare sui contenitori, si cerca di minimizzare gli imballaggi. Ma alla plastica contenuta all’interno del prodotto, c’è qualcuno che ci pensa? Esistono purtroppo sostanze che vengono sistematicamente aggiunte nei cosmetici solo per migliorarne la texture e la viscosità, ma che sono costituite da materiale plastico a tutti gli effetti, anzi, sono microplastiche! Non si vedono ma ci sono, e al Pianeta dunque il compito di stoccarle da qualche parte (nei mari, per esempio 😒…). Gli acrilati inoltre sono responsabili di parecchie reazioni avverse.

PEG e PPG: petrolio sotto mentite spoglie

Chi mai si sognerebbe di spalmare petrolio sulle labbra? Pensaci un attimo…le tue labbra, con cui mangi o baci, rivestite da uno sfavillante strato…di petrolio! Ho reso un pochino l’idea? Come se non bastasse, PEG e PPG sono più precisamente scarti della lavorazione del petrolio, e in questo processo si formano come ingredienti collaterali sostanze etossilate (cancerogene) da cui questi ingredienti sono quindi contaminati. Di nuovo, certo, è la dose che fa il veleno, ma se posso scegliere, preferisco evitare, concordi con me?

È sufficiente, grazie!

Potrei continuare a parlare per ore, ed otterrei solo l’effetto di allarmarti. Per fortuna il nostro organismo trova sempre il modo di detossificarsi e resettarsi anche dopo anni ed anni di sostanze chimiche quotidianamente spiattellate addosso. E te lo dico per esperienza! Quando abbracci una cura del corpo naturale, la pelle del tuo viso e del tuo corpo iniziano a risplendere di luce propria, al punto tale che viene meno anche tutta l’impellente necessità di coprirla con trucchi vari. Noi donne però, si sa, amiamo per quanto possibile valorizzarci. Ecco allora la ricetta che ti permetterà di mettere in risalto la sensualità delle tue labbra, senza alcun danno a te stessa e men che meno all’ambiente!

Lucidalabbra fatto in casa all’olio di ricino

Gli ingredienti che ti occorrono sono 3 e tutti grossomodo facilmente reperibili:

  • Olio di ricino: lo trovi in farmacia oppure online ( per esempio qui ). Si tratta di un olio vegetale ben noto per il miglioramento della bellezza delle ciglia e dei capelli. Sulla pelle ha proprietà estremamente nutrienti. La sua texture viscosa dona alle labbra un effetto lucidante e volumizzante immediato.
  • Cera d’api: la Regina degli ingredienti per la cosmesi naturale fatta in casa. Dona protezione alle labbra, consistenza al prodotto, ma soprattutto un effetto long lasting, permettendo al lucidalabbra di durare a lungo (prova tu stessa, e mi dirai…A meno che non hai il vizio di mordicchiarti le labbra, lo ritroverai addosso per vario tempo dopo l’applicazione!).
  • Olio essenziale di menta: oltre ad aromatizzare il tuo lipgloss, l’olio essenziale di menta stimola la microcircolazione, migliorando il turgore e il colore naturale delle tue labbra. Per una bocca…a prova di baci!

Ecco le dosi per ottenere un lucidalabbra (circa 10 ml):

0,5 gr c’era d’api (un pezzettino pari alla punta di un cucchiaino)

3 cucchiaini abbondanti di olio di ricino

3 gocce di olio essenziale di menta

In un barattolino vuoto resistente al calore, sciogli a bagnomaria la cera con l’olio di ricino, mescolando di tanto in tanto. Quando tutto si sarà sciolto, togli dal fuoco, aggiungi le gocce di olio essenziale e fai raffreddare. Puoi anche trasferirlo con una siringa dentro un contenitore per lipgloss vuoto pulito, quando ancora il composto è caldo.

Pronto!

Il tuo meraviglioso lipgloss naturale fatto in casa è pronto per renderti ancora più bella! La spesa è irrisoria e la soddisfazione è garantita! Meno è meglio! Dopo aver visto la lunga sfilza di ingredienti di dubbia salubrità del lipgloss commerciale, i tre ingredienti di numero del nostro lucidalabbra naturale quasi sfigurano😉!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *